Cosa c’è da sapere quando si scelgono le lenti per gli occhiali da vista?

Chi si trova ad acquistare un paio di occhiali da vista spesso dà molta più importanza alla montatura, rispetto alle lenti graduate. In realtà ciò che ti permette di correggere il difetto visivo e assicurarti una visione ottimale è proprio quel “pezzo di vetro” che si frappone tra il tuo occhio e il mondo esterno. Leggendo questo articolo scoprirai quali sono gli aspetti da tenere in considerazione quando scegli le lenti per gli occhiali da vista.

Lenti da vista: cosa devi sapere per scegliere le migliori

  • Chi le ha prodotte? Conoscere il nome dell’azienda produttrice delle lenti e avere qualche informazione su di essa è importante, perché la qualità degli occhiali graduati dipende dal know-how tecnologico utilizzato per la loro realizzazione. Tu lo sai di che marca sono le lenti dei tuoi occhiali da vista? 
  • Qual è la soluzione migliore per correggere i miei difetti visivi? In commercio esistono diversi tipi di lenti da vista, specifiche per diversi tipi di problematiche ed esigenze: lenti per la guida notturna, per l’elevata esposizione alla luce blu di computer e smartphone, per la presbiopia incipiente, per la visione vicino-intermedio (office), per vedere bene da lontano-intermedio-vicino (in questo caso si parla di lenti progressive o multifocali). Prima di scegliere devi sapere qual è il tuo problema e chiedere sempre all’ottico quali sono i pro e contro delle varie soluzioni. In alcuni casi è possibile avere una lente che risolve più problematiche in un’unica soluzione. 
  • Con quale materiale sono prodotte le lenti da vista? Tradizionalmente le lenti graduate erano in vetro, tuttavia negli ultimi 30 anni il mercato si è orientato quasi esclusivamente verso i materiali plastici, molto più leggeri e resistenti agli urti. Questi materiali, però, non hanno la stessa durezza del vetro e sono quindi più sensibili alle abrasioni. Per ovviare a questo problema è importante assicurarsi che sulla lente sia stato effettuato un trattamento indurente che ne incrementi la durezza superficiale, rendendola così più resistente ai graffi. Di lenti in materiale plastico ne esistono vari tipi: normali con indice di rifrazione 1.5, sottili 1.6-1.67 e ultra-sottili 1.74-1.76. La scelta tra un materiale o l’altro non è un fattore secondario. Per scegliere le lenti occhiali da vista migliori va sempre privilegiato il materiale che, a parità di spessore, ha il minor indice di rifrazione. Vediamo insieme cosa significa.
  • Qual è l’indice di rifrazione? Da questo dato dipende lo spessore della lente e, di conseguenza, il peso e la resa estetica dell’intero occhiale. Un indice di rifrazione di 1.50 porta ad avere una lente più spessa, rispetto a una lente graduata con indice 1.74 (ultra sottile). Tuttavia, per assicurarsi lenti da vista di qualità, lo spessore della lente va calcolato in base alla forma della montatura scelta e non quando la lente è ancora da sagomare (cioè tonda). Diciamo che, se una volta effettuato il calcolo, avessi lo stesso spessore o uno spessore simile con due materiali diversi, per esempio un 1.5 e un 1.74, è meglio scegliere il materiale 1.5 cioè quello con indice di rifrazione più basso. Questo perché un indice di rifrazione molto alto può portare a una maggiore dispersione cromatica. Cosa significa? Che attraverso lenti prodotte con materiali “ultra sottili” potresti vedere degli aloni colorati, in particolari condizioni di illuminazione, che potrebbero risultare fastidiosi. Fatti consigliare dall’ottico l’indice di rifrazione più adatto al tuo difetto visivo e alla montatura che hai scelto, tenendo sempre conto anche dell’uso che dovrai fare degli occhiali da vista.
  • Qual è la geometria di costruzione? Tradizionalmente, le lenti oftalmiche venivano costruite solamente con una geometria sferica. Una costruzione “semplice” comporta però la presenza di distorsione dell’immagine e di aberrazione sferica. Per ovviare a ciò sono state introdotte delle geometrie di costruzione più complesse. La scelta tra lente asferica, bi-asferica, multi-asferica è quindi un fattore importante, perché consente di ridurre le distorsioni (soprattutto quelle laterali) e assicurarti così una visione nitida anche ai bordi della lente. Oggigiorno, si è fatto un ulteriore passo in avanti e mediante l’utilizzo di strumenti professionali e tecnologie all’avanguardia è possibile effettuare misurazioni oculari 3D realizzando così una lente individuale, fatta su misura per te.
  • È garantito l’assorbimento dei raggi UV? La protezione dai raggi UVA e UVB non è un’esclusiva degli occhiali da sole. Anche gli occhiali da vista devono garantire ai tuoi occhi una protezione UV completa. Assicurati quindi che le lenti graduate che scegli rispettino lo standard di protezione definito dall’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità e blocchino tutti i raggi fino a 400 nm, per evitare danni agli occhi e ai tessuti circostanti.
  • C’è l’antiriflesso? Quali altri trattamenti di costruzione sono stati fatti sulla lente? Un ottimo trattamento antiriflesso, oltre a garantire una visione nitida, deve eliminare la luce UV riflessa sulla superficie interna della lente, assicurando una migliore protezione per l’occhio. In questo articolo abbiamo approfondito l’argomento parlando del trattamento antiriflesso sugli occhiali da vista e da sole.
    Oltre a eliminare i riflessi, le migliori lenti da vista sono dotate anche di altri trattamenti di costruzione: ad esempio quelli che permettono una più facile pulizia delle lenti (trattamenti altamente idrofobi e antistatici) e un minor rischio di graffi (trattamento indurente). Come capire quali sono i trattamenti migliori? Se sono coperti da brevetto vai sul sicuro.
  • È possibile precalibrare le lenti? Questa lavorazione consente di ridurre anche del 50% lo spessore e il peso della lente, assicurando un elevato comfort estetico e funzionale. La precalibratura è una lavorazione molto importante, che l’ottico può richiedere all’azienda che costruisce le lenti da vista. Se devi acquistare un nuovo paio di occhiali affidati all’esperienza di un centro ottico dotato di tutta la strumentazione e competenza necessaria.

Ora che hai le idee più chiare, sei pronto a fare la tua scelta. Vieni nel nostro negozio di Verona e ti aiuteremo a scegliere la lente e l’occhiale più adatto a te.

ottica giro verona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *