• Non ci sono prodotti nel carrello.

Come pulire gli occhiali

Ecco come pulire gli occhiali, da vista e da sole, in 4 semplici mosse

In 30 anni di attività ne abbiamo sentite di cotte e di crude su come pulire gli occhiali. E abbiamo visto decine, forse centinaia, di occhiali rovinati dalla poca o dalla troppa cura. Prodotti chimici, shock termici, panni per occhiali non adatti: è facile commettere un errore e rovinare irreparabilmente lenti e montatura. Ecco perché abbiamo deciso di scrivere questo post, per darti alcuni consigli utili per eseguire una corretta pulizia dei tuoi occhiali.

I 4 step per la pulizia lenti occhiali

  1. Spruzza del sapone neutro su entrambi i lati della lente e sulla montatura
  2. Esegui dei movimenti circolari con i polpastrelli delle dita, delicatamente, per distribuire tutto il detergente sulle lenti e detergi anche la montatura
  3. Risciacqua accuratamente con acqua a temperatura ambiente
  4. Asciuga le lenti e la montatura con un panno in cotone

Semplice, no? Questo metodo è davvero efficace e va ripetuto al bisogno, cioè ogni volta che gli occhiali sono sporchi.

Talmente semplice che potresti essere ancora un po’ scettico. Ecco perché, per eliminare ogni dubbio, abbiamo raccolto alcune delle domande che ci vengono fatte più di frequente dai nostri clienti sui prodotti da utilizzare nelle varie fasi di pulizia occhiali. E abbiamo dato la nostra risposta.

• Quale detergente usare per pulire gli occhiali?

Se le lenti dei tuoi occhiali sono molto sporche, l’acqua da sola non basta. Il nostro consiglio è quello di usare un sapone neutro liquido, facile da reperire anche nei supermercati.

Evita i detergenti chimici, soprattutto quelli particolarmente aggressivi. Questi possono intaccare i trattamenti sulle lenti, andando a rovinarle irreparabilmente.

Lava accuratamente anche la montatura in quanto spesso è proprio lo sporco che si annida negli interstizi della montatura che rende difficoltosa anche la pulizia delle lenti.

• A che temperatura deve essere l’acqua?

L’acqua deve essere a “temperatura ambiente”. Usare acqua troppo calda può causare uno shock termico che potrebbe compromettere il trattamento antiriflesso.

• Con cosa asciugare le lenti degli occhiali?

Assolutamente NO alla carta o altri prodotti a base di cellulosa (carta da cucina, fazzoletti, carta igienica anche se inumidita, ecc.). Questo materiale potrebbe risultare morbido al tatto ma in realtà, con un uso continuativo, ha un effetto abrasivo sulle lenti.

Meglio un panno in cotone o in microfibra, che puoi lavare tranquillamente in lavatrice. 

Asciuga accuratamente sia le lenti che la montatura in quanto l’acqua, se lasciata asciugare da sola, potrebbe macchiare il trattamento antiriflesso e ossidare le parti metalliche della montatura.

A proposito di microfibra, il panno che trovi nella custodia assieme al tuo occhiale da vista o da sole nasce per essere usato per la pulizia a secco, viste anche le sue dimensioni ridotte. Nonostante le microfibre assorbano bene lo sporco, a lungo andare la pulizia a secco può rivelarsi potenzialmente dannosa, quindi da sola non basta per assicurarti occhiali sempre puliti e integri.

Inoltre, proprio perché di piccolo formato, dopo un breve periodo di utilizzo la microfibra risulterà sporca e non svolgerà più bene il proprio lavoro, rischiando anche di graffiare le lenti.

• Altri consigli per prevenire danni alle lenti

Evita gli sbalzi termici, ad esempio togliti gli occhiali quando apri il forno caldo per evitare che il vapore possa rovinare il trattamento antiriflesso. Lo stesso vale per l’auto: cerca di non lasciare gli occhiali in macchina, soprattutto in estate quando le temperature all’interno dell’abitacolo chiuso si fanno roventi. Il calore potrebbe rovinare sia le lenti che la montatura in modo irreparabile.

Questi sbalzi termici possono rivelarsi davvero pericolosi per la salute dei tuoi occhiali.

Fai molta attenzione quando vai al mare in quanto salsedine e sabbia possono essere particolarmente pericolose.

  • La sabbia è ovviamente molto abrasiva e basta veramente poco per graffiare le lenti. Se si appiccica alle lenti non bisogna assolutamente rimuoverla a secco ma lavare l’occhiale con abbondante acqua e sapone.
  • La salsedine, invece, è particolarmente corrosiva, per cui ricordati di sciacquare frequentemente l’occhiale con acqua dolce e poi asciugarlo.

Seguendo questi semplici consigli ed eseguendo una regolare pulizia dei tuoi occhiali, siano essi da sole o da vista, ti assicurerai una visione sempre ottimale e un prodotto che dura a lungo.

Per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica i nostri consigli sul benessere visivo, iscriviti alla newsletter.

4 commenti

  • Massimo Zumerle2 anni ago

    Grazie mille, me lo ripetete sempre come fare a pulire le lenti ma son di coccio duro. Adesso che l’ho letto forse comincerò ad usare anche il detergente

    reply
  • Oscar Perego2 mesi ago

    Gentilissimi ho due domande da farvi ringraziandovi infinitamente per le preziose informazioni che condividete.
    Per sapone “neutro” possiamo affermare che il sapone di Marsiglia sia per definizione quello migliore? Nel senso che è privo di qualunque altra sostanza (aromi, profumi, coloranti; etc) ed avendolo in casa posso usarlo per la pulizia delle lenti ? ( lo passo fra le mani con acqua a temperatura ambiente e poi passo le mani insaponate sulle lenti)
    Via differenza fra la pulizia di lenti da vista e quella di lenti da vista da sole?

    Inoltre, perché la maggior parte delle soluzioni che vendono al supermercato o dagli ottici contiene diverse forme di alcoli (es alcol isopropilico) per la pulizia delle lenti? Non è di fatto “aggressivo” specie su lenti da sole.

    Io ho sempre usato acqua e sapone, ma recentemente ho sostituito un vecchio occhiale e il commesso mi ha detto che era un pazzo! E che avrei dovuto iniziare a usare la magica soluzione che vendevano contenente alcol…

    Grazie infinite

    reply

Lascia un commento